SEI IN > VIVERE CAMPOBASSO > CRONACA
comunicato stampa

GDF di Campobasso: scoperti oltre 20 lavoratori irregolari, verbalizzati oltre 10 datori di lavoro

1' di lettura
70

Continua, l’impegno, della Guardia di Finanza di Campobasso, nel contrasto al lavoro nero.

Scoperti oltre venti lavoratori irregolari, con oltre dieci datori di lavoro verbalizzati.

Nel 2022, il sommerso d’azienda e da lavoro, constatato dalle Fiamme Gialle Campobassane, aveva superato i cinquanta milioni di euro.

Il lavoro nero è un gap per l’intero sistema economico, sottrae risorse all’Erario, mina gli interessi dei lavoratori, spesso sfruttati e consente, altresì, una competizione sleale con le imprese oneste.

Nondimeno, il sommerso d’azienda e da lavoro, con l’evasione fiscale e contributiva nonché l’occultamento di redditi sottratti a tassazione, costituiscono un grave ostacolo allo sviluppo economico, alterando la giusta allocazione delle risorse, compromettendo il rapporto di fiducia tra Cittadini e Stato e penalizzando l’equità, non ultimo sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

Vieppiù, l’inquinamento del mercato del lavoro, emargina le imprese oneste e rispettose delle regole, crea disequilibri per la crescita produttiva e occupazionale, comporta frodi, nei settori, previdenziale, assistenziale e sanitario, minacciando, altresì, proprio l’effettivo sostegno alle fasce più deboli della popolazione.

Conseguentemente, la Guardia di Finanza è sempre attenta a quei fenomeni che costituiscono ostacolo alla crescita e alla realizzazione di un mercato pienamente concorrenziale, su cui basare lo sviluppo di una società più equa ed attenta ai bisogni di ciascuno ed è sempre presente per incrementare la “sicurezza percepita” nonché “leggere”, in modo costante, lo scenario operativo di riferimento, per trarne ogni utile spunto nonché sempre in prima linea, vicino a chi ha bisogno, per fornire il proprio aiuto in quelle situazioni nelle quali è chiamata ad intervenire.


ARGOMENTI

da Redazione Vivere Molise


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2023 alle 10:44 sul giornale del 08 marzo 2023 - 70 letture






qrcode